Vi aspettiamo numerosi!

da | Mar 19, 2023 | Eventi

(di Mirea Catapano)

La Dott.ssa Piera Volpati

A pochi giorni dalla prossima passeggiata solidale con Magic Amor, prevista per il 26 Marzo, la volontaria Piera Volpati ci racconta il suo legame di lunga data con l’Associazione, i suoi viaggi nella Repubblica Democratica del Congo e di come le passeggiate solidali, di cui lei è l’organizzatrice, le abbiano permesso di unire la passione per l’escursionismo con la possibilità di portare un aiuto concreto all’Associazione.

Piera mi racconta di aver conosciuto la Dottoressa Carla Mauro circa 18 anni fa durante la realizzazione di un progetto comune al Ministero della Salute e di essersi subito sentita vicina all’Associazione fondata dalla Dottoressa e da suo marito, il Dottor Nzumbu-lo-Ambetima. Avendo lavorato in Somalia ed in altri paesi del continente, condivideva con loro l’amore per l’Africa, e le piaceva l’idea che l’Associazione fosse piccola e che tutti “ci mettessero del loro” per poter realizzare, anche poco alla volta, progetti importanti a sostegno della popolazione congolese. Inizialmente sostenitrice dell’Associazione, quando le hanno chiesto di entrare a far parte del Consiglio Direttivo, Piera ha aderito con gioia e, di lì a breve, grazie alla sua conoscenza di inediti percorsi romani, si è fatta promotrice delle prime passeggiate solidali, nate come occasioni conviviali per far conoscere l’Associazione e i suoi progetti e raccogliere fondi in favore di Magic Amor. Piera mi racconta che, iniziate “alla chetichella” circa 14-15 anni fa, queste passeggiate sono diventate nel tempo un amato appuntamento fisso per amici e soci di Magic Amor e hanno permesso di far conoscere l’Associazione e la sua missione ad un numero sempre maggiore di persone.

Piera mi spiega di aver conosciuto la Dottoressa Carla Mauro circa 18 anni fa durante la realizzazione di un progetto comune al Ministero della Salute e di essersi subito sentita vicina all’Associazione fondata dalla Dottoressa e da suo marito, il Dottor Nzumbu-lo-Ambetima. Avendo lavorato in Somalia ed in altri paesi del continente, condivideva con loro l’amore per l’Africa, e le piaceva l’idea che l’Associazione fosse piccola e che tutti “ci mettessero del loro” per poter realizzare, anche poco alla volta, progetti importanti a sostegno della popolazione congolese. Inizialmente sostenitrice dell’Associazione, quando le hanno chiesto di entrare a far parte del Consiglio Direttivo, Piera ha aderito con gioia e, di lì a breve, grazie alla sua conoscenza di inediti percorsi romani, si è fatta promotrice delle prime passeggiate solidali, nate come occasioni conviviali per far conoscere l’Associazione e i suoi progetti e raccogliere fondi in favore di Magic Amor. Piera mi racconta che, iniziate “alla chetichella” circa 14-15 anni fa, queste passeggiate sono diventate nel tempo un amato appuntamento fisso per amici e soci di Magic Amor e hanno permesso di far conoscere l’Associazione e la sua missione ad un numero sempre maggiore di persone.

Assieme alla Dottoressa Carla e al Dottor Nzumbu, Piera ha intrapreso due viaggi nella Repubblica Democratica del Congo. La prima volta, 14 anni fa, quando i progetti di Magic Amor si concentravano nei villaggi della provincia dell’Ubangi, nella parte nord-occidentale del Paese. Sorridendo nostalgica, mi racconta di un’esperienza avventurosa, durata una ventina di giorni, durante i quali, utilizzando motocicli e barche e dormendo nelle capanne, raggiungevano i remoti villaggi e visitavano le scuole in legno, paglia e fango costruite dall’Associazione. Piera ricorda ancora le emozioni provate nel vedere quanti bambini accorressero gioiosi all’arrivo del team in un nuovo villaggio, di come fossero ben accolti dalla popolazione locale e di essersi sentita subito in sintonia con loro.

Nel secondo viaggio avvenuto quattro anni fa, Piera si è recata a Kimbuta, periferia di Kinshasa, dove ha avuto modo di vedere con i propri occhi la realtà del centro polivalente creato e gestito da Magic Amor. Mi racconta che, già all’epoca, tutte le strutture di base erano ben funzionanti e le scuole brulicavano di bambini, con classi affollate sia al mattino che al pomeriggio, a tal punto che proprio durante quel viaggio, si decise di costruire altre due aule poiché le classi di prima elementare contavano oltre 90 bambini. La possibilità di frequentare una scuola gratuita è stata una grande opportunità per i bambini poiché le scuole nella zona erano poche e per la maggior parte a pagamento. Durante quel viaggio, Piera ha anche conosciuto i bimbi dell’orfanotrofio, la Maison des Enfants “San Marcello”, che all’epoca erano una ventina, e che ad oggi sono aumentati notevolmente grazie alle maggiori possibilità economiche dell’Associazione.

Tra tutti i progetti conseguiti da Magic Amor negli anni, Piera spiega che il più grande traguardo è stata la scolarizzazione di oltre 15.000 bambini e ragazzi nei villaggi dell’Ubangi all’indomani della guerra degli anni 1998-2003, permettendo loro di prendere consapevolezza di sé e delle loro possibilità tramite l’istruzione di base e dando loro gli strumenti per poter costruire un futuro migliore.

Alla domanda su quale ritenga essere la priorità per l’Associazione allo stato attuale, Piera cita immediatamente la costruzione del piccolo ponte ad una campata per Kimbuta, poiché i bambini che vivono al di là della riviera Lukaya devono percorrere diversi chilometri per raggiungere la scuola del centro, aggirando il fiume con un percorso impegnativo. Il piccolo ponte permetterebbe non solo ai bimbi e alle loro mamme di raggiungere più agilmente e in sicurezza il centro, ma sarebbe anche di grande sollievo per le donne incinte che si recano all’ambulatorio per i controlli e il parto. L’urgenza di costruire un ponte robusto e resistente è nata a seguito della distruzione del vecchio ponte pedonale, portato via dalla piena del fiume.

Ritornando alle passeggiate solidali, Piera mi spiega che molti amici e soci dell’Associazione vi prendono parte, altri sono escursionisti, altri ancora pazienti della Dottoressa Carla, tutti sono i benvenuti a unirsi, è un modo per rincontrare vecchi amici, fare nuove conoscenze, far scoprire Magic Amor a persone sempre nuove e vivere in compagnia posti inediti della città. Insieme ad un’altra volontaria, Piera riveste i panni di “guida” durante queste passeggiate, fornendo spunti storici e culturali, ma senza eccedere per permettere ai partecipanti di interagire tra loro.

E cosa ci riserva la prossima passeggiata? La prossima passeggiata, prevista per il 26 Marzo, avrà inizio da Villa Sciarra, di cui Piera esalta il fascino, e proseguirà lungo le Mura Gianicolensi, entrando poi nel viale che porta a Piazzale Garibaldi sul colle del Gianicolo, passando per il Fontanone e ritornando infine a Villa Sciarra, per un totale di 4-5 chilometri. Il percorso è ricco di storia riguardante la Repubblica Romana, si incontreranno numerosi monumenti, tra cui quelli a Giuseppe Garibaldi e Anita, e c’è persino un muretto su cui è inciso il testo della Costituzione della Repubblica Romana del 1849. Piera mi spiega che i proventi derivanti dalla passeggiata saranno destinati principalmente alla costruzione del ponte, ma anche a sostenere le altre spese fronteggiate dall’Associazione per la manutenzione delle strutture di Kimbuta, il pagamento del personale locale che le gestisce, e l’acquisto di tutto il necessario per i bimbi dell’orfanotrofio.

Quando chiedo a Piera un commento finale, lei invita tutti a dare una mano all’Associazione, a partecipare e a sostenerne i progetti, evidenziando che Magic Amor mantiene ancora la sua essenza originale, ognuno dà il proprio contributo e un po’ alla volta si riescono a realizzare tante cose. Piera ci tiene a sottolineare che l’Associazione è gestita in modo molto oculato dalla Dottoressa Carla, non è dispersiva e i fondi sono utilizzati esclusivamente per i progetti in Repubblica Democratica del Congo. Non vi sono costi per la sede, poiché la Dottoressa Carla mette a disposizione la sua abitazione, e tutti i volontari, quando si recano a Kimbuta, provvedono personalmente alle proprie spese di viaggio per non gravare sul bilancio. Quindi con poco si riesce a fare tanto e questo è un punto di forza, conclude Piera. 

Appuntamento, quindi, il 26 Marzo in Via Calandrelli 23 alle ore 09:45, tutti insieme con forza e con passione, per sostenere Magic Amor e i nostri meravigliosi bambini!

Articoli recenti

La lotta per la conservazione dei Bonobo

Chi sono i Bonobo Il bonobo, scientificamente classificato come Pan paniscus e appartenente al genere Pan al pari degli scimpanzé, rappresenta un primate della famiglia degli ominidi. Questa specie, spesso conosciuta come lo scimpanzé nano per la sua notevole...

Come aiutarci

Qualsiasi offerta, anche minima, è comunque utile e sarà destinata ai nostri progetti.