Tra sostenibilità e sviluppo: Magic Amor per la salvaguardia dell’ecosistema congolese

da | Lug 8, 2024 | Attualità

1. La Deforestazione nella RDC: una minaccia critica per l’ecosistema congolese

Il bacino della Repubblica Democratica del Congo, che ospita la seconda foresta tropicale del mondo, è un’area geografica di cruciale importanza per la biodiversità globale. Secondo il WWF “le foreste del bacino congolese ospitano all’incirca 10.000 specie di piante tropicali”, mentre le risorse della zona includono diversi giacimenti di minerali, diamanti e petrolio, rappresentando così un patrimonio naturale inestimabile. Nonostante le sue ricchezze, la Repubblica Democratica del Congo continua però a registrare elevati tassi di povertà e disuguaglianza sociale. Secondo un rapporto della World Bank del 2016, nonostante gli sforzi costanti e i risultati ottenuti dal Governo centrale con investimenti pubblici, il 49.3% della popolazione congolese continua a vivere in povertà, non riuscendo a sfruttare al meglio le proprie risorse.

In aggiunta, i beni naturali e la biodiversità presenti nella zona risultano essere sempre maggiormente danneggiati dal fenomeno della deforestazione. Come spiega uno studio di Global Forest Watch del 2023, nel periodo dal 2002 al 2023, i tassi di deforestazione sono aumentati notevolmente, arrivando alla perdita complessiva di 17 milioni di ettari di foresta. Di questi 17 milioni, 6.86 milioni erano foreste primarie, ovvero incontaminate dall’attività umana. Tra le cause principali si includeil sistema dell’agricoltura taglia e brucia, un metodo di coltivazione molto popolare nelle regioni tropicali e subtropicali, che consiste nel tagliare e bruciare un terreno per fertilizzarlo e prepararlo alla coltivazione.

   Figura 2 – by Jan-Joseph Stok (Greenpeace)

Il governo congolese non possiede i mezzi per monitorare adeguatamente le attività illegali delle aziende di legname, prevalentemente estere, che contribuiscono agli elevati tassi di deforestazione. Inoltre, un sistema inadeguato di concessioni forestali ha aumentato il rischio di ulteriori attività illecite sostenute da altri attori internazionali. Il suddetto fenomeno prevede non soltanto effetti a livello globale, compromettendo una delle principali fonti di cattura della CO2, ma anche un significativo impatto a livello locale, con l’aumento dei rischi di impoverimento ed erosione dei suoli, a scapito delle comunità residenti. Questi pericoli causano, pertanto, un danno economico notevole, un’elevata vulnerabilità ai cambiamenti climatici e un peggioramento della qualità di vita delle popolazioni locali.

2. La Riforestazione come possibile soluzione: il progetto di Magic Amor

Da oltre 20 anni, Magic Amor si impegna attivamente nel promuovere iniziative per la protezione e il sostegno delle comunità della Repubblica Democratica del Congo. La salvaguardia dell’ecosistema congolese è al centro della missione di Magic Amor, in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) 2, 13 e 15 presentati nell’Agenda 2030. In particolare, dopo maggio 2023, la carta statutaria dell’associazione è stata aggiornata per includere un principio cruciale ; quello della tutela dell’ambiente, che si focalizza sulla protezione della flora e della fauna delle aree più vulnerabili.

Tra i progetti sostenibili promossi da Magic Amor, spiccano l’iniziativa “Un ponte per Kimbuta”, che ha permesso la realizzazione di un ponte pedonale di 28 metri per migliorare la mobilità della zona, minimizzando traffico e inquinamento, e il progetto dedicato alla protezione dei bonobo. Il prossimo target dell’associazione prevede, invece, un progetto dedicato alla riforestazione di alcuni terreni degradati – deforestati e/o incolti –  della RDC, con lo scopo di contrastare e disincentivare il fenomeno del disboscamento ai danni della flora e della fauna congolesi. Il progetto include un programma di riqualificazione agroforestale, con azioni di riforestazione e rimboschimento, alla luce di favorire uno sviluppo sostenibile che coniughi la necessità di preservare l’ecosistema e l’ambiente con il bisogno di una crescita economica. L’obiettivo è creare una catena del valore innovativa, che impieghi  il programma di  me motore per le attività aziendali che interessano l’area.

Tra le azioni chiave figurano programmi di formazione e sensibilizzazione, finalizzati a migliorare le competenze degli operatori locali, e la promozione di una value chain nel mercato agricolo interno e  la vendita di certificati di compensazione della CO2 nel mercato internazionale.Nello specifico, i programmi di formazione e sensibilizzazione risultano essere di particolare importanza, poiché consentono agli operatori di sviluppare delle adeguate capacità di risposta e garantiscono un approccio inclusivo, trattando diverse tematiche con un singolo piano d’azione.

Le zone d’interesse sono le province di Kongo Central, Kwango, Kwilu, Haut Katanga e la capitale Kinshasa.

Figura 3 – by PxHere

3. Altri progetti per la riforestazione della RDC

Non solo Magic Amor, ma anche diverse altre organizzazioni hanno ideato iniziative per contrastare il problema della deforestazione. Nel 2012, la African Development Bank Group ha approvato un progetto denominato “Projet d’appui au developemment de l’agroforesterie – AOI”, a sostegno dello sviluppo del settore agroforestale comunitario delle province del Basso Congo e dell’Altopiano di Bateke/Kinshasa, nella RDC. Questo progetto è stato completato definitivamente nel 2015 grazie ai finanziamenti destinati al Governo della RDC. Gli obiettivi specifici includevano la riabilitazione delle infrastrutture tecniche, economiche e sociali delle province d’interesse, la produzione di 4 milioni di piante e lo sviluppo di 3500 ettari di piantagioni, nonché la costruzione di una cooperativa agricola per ogni località coinvolta.

Un’altra iniziativa degna di nota è il progetto agroforestale periurbano nell’Haut-Katanga (APHK), realizzato nel 2019 dalla ONG internazionale GRET (Groupe de Recherches et d’Echanges Technologiques). Tale iniziativa, finanziata dall’Unione Europea, ha visto coinvolte più di 10 organizzazioni e circa 133 operatori locali, impegnati per stabilizzare e promuovere il perimetro dell’area interessata, attraverso lo sviluppo sostenibile di prodotti alimentari e carbone vegetale. APHK è stato ispirato dal successo di AFODEK (Agroforests for the development of Kipushi), un progetto precedentemente realizzato nel periodo tra il 2012 e il 2019 in collaborazione con altre due associazioni. L’iniziativa ha consentito lo sviluppo di 2000 ettari di vegetazione destinato all’insediamento umano. Inoltre, AFODEK ha incluso un piano di formazione per le famiglie insediate in questo perimetro, al fine di migliorare l’efficienza e l’uso sostenibile delle terre. Il monitoraggio della crescita delle piante e dei servizi ecosistemici è attualmente svolto dall’Università di Lubumbashi.

4. L’unicità di Magic Amor

Magic Amor si distingue per il suo impegno nel fornire non soltanto nuove opportunità alle comunità locali, ma anche gli strumenti necessari per massimizzarne i benefici. Difatti, come già anticipato, uno degli elementi centrali del nostro progetto è l’implementazione di attività di formazione e di sensibilizzazione in loco. In un Paese segnato da conflitti persistenti, instabilità politiche e malamministrazione, le priorità dello Stato sono spesso orientate esclusivamente verso una ripresa economica, anche a costo di compromettere e danneggiare l’ecosistema. Magic Amor dedica una particolare attenzione sia allo sviluppo economico, attraverso la creazione di una value chain che aumenti i redditi e conduca all’autosufficienza alimentare, sia alla sostenibilità delle sue iniziative. A tal fine, è essenziale informare e sensibilizzare le popolazioni locali, affinché possano sfruttare in modo responsabile tutte le loro risorse, senza danneggiare l’ambiente che le circonda. Tale sensibilizzazione non si limita unicamente agli individui direttamente coinvolti, ma coinvolge tutta la popolazione delle aree interessate, senza distinzioni di status sociale, genere o età.  Il programma mira a coinvolgere le comunità con un approccio paritario, non di superiorità, sfruttando i canali e le tradizioni locali, così da aumentare la partecipazione e il coinvolgimento delle comunità.

                                                                                               

                                                                                                 Figura 4 – by Grace Mansita

Inoltre, l’attenzione all’uguaglianza di genere costituisce un pilastro fondamentale per le iniziative di Magic Amor. Ogni attività proposta dall’associazione, compreso il progetto presentato nell’articolo, si impegna a coinvolgere attivamente le donne non solamente nei programmi di formazione e sensibilizzazione, ma anche nel personale tecnico. Secondo ActionAid, la disuguaglianza di genere nella RDC persiste ed è ancora molto ancorata all’ambiente familiare, ostacolando l’accesso delle donne al mercato del lavoro.

Il progetto di Magic Amor, dunque, si distingue per la sua trasversalità, perché è in grado di affrontare diverse tematiche e criticità in maniera inclusiva ed efficace, contribuendo così a promuovere cambiamenti e miglioramenti duraturi su diversi fronti.

Per saperne di più su come Magic Amor si impegna quotidianamente e per scoprire come puoi fare la differenza, visita il sito www.magicamor.org. Con una tua donazione, puoi contribuire a preservare il futuro dell’ecosistema congolese insieme a noi.

Giulia Vanotti

*Figura 1 – by Bohumil Cap

 

Bibliografia

[1] ActionAid, (2018), Condizione delle donne in Congo: aspetti, storie e un aiuto da dare. Available at: https://adozioneadistanza.actionaid.it/magazine/condizione-donne-congo/

[2] African Development Bank Group, RDC – Projet d’appui au developemment de l’agroforesterie-AOI. Available at: https://www.afdb.org/fileadmin/uploads/afdb/Documents/Procurement/Project-related-Procurement/RDC%20-%20Projet%20d%E2%80%99appui%20au%20d%C3%A9veloppement%20de%20l%E2%80%99agroforesterie%20-%20AOI.pdf

[3] African Development Bank Group, République Démocratique du Congo – Projet d’appui au développement de l’agroforesterie communautaire en République Démocratique du Congo (Cas de la province de Bas Congo et du plateau des Bateke/Kinshasa).

Available at: https://projectsportal.afdb.org/dataportal/VProject/show/P-CD-C00-035?lang=fr

[4] BacktoWork, (2023), Value Chain, la catena del valore dall’idea al mercato. Available at: https://www.backtowork24.com/news/value-chain-la-catena-del-valore-da-idea-a-mercato#:~:text=Con%20value%20chain%20si%20intende,l’approvvigionamento%20(materie%20prime%2C

[5] Global Forest, Watch Democratic Republic of Congo Deforestation Rates and Statistics. Available at: https://www.globalforestwatch.org/dashboards/country/COD/

[6] GRET, Un nouveau projet d’agroforesterie en RDC. Available at: https://gret.org/un-nouveau-projet-dagroforesterie-en-rdc/#:~:text=Le%20projet%20APHK%20ambitionne%20d,promouvoir%20le%20p%C3%A9rim%C3%A8tre%20agroforestier%20existant

[7] United Nations, The 17 goals | Sustainable Development. Available at: https://sdgs.un.org/goals

[8] World Bank, (2016), République Démocratique du Congo – Rapport sur la Situation Économique Récente Dans la Province du Kongo Central Enjeux. Available at : https://documents.worldbank.org/pt/publication/documents-reports/documentdetail/106901537949918434/r%c3%a9publique-d%c3%a9mocratique-du-congo-rapport-sur-la-situation-%c3%89conomique-r%c3%a9cente-dans-la-province-du-kongo-central-enjeux

[9] WWF Italia, Bacino del Congo. Available at: https://www.wwf.it/dove-interveniamo/il-nostro-lavoro-nel-mondo/bacino-del-congo/

Articoli recenti

Come aiutarci

Qualsiasi offerta, anche minima, è comunque utile e sarà destinata ai nostri progetti.